Menu
Percorsi partecipati di capacity building Com.In.4.0, conclusi i tavoli di Foggia

Percorsi partecipati di capacity building Com.In.4.0, conclusi i tavoli di Foggia

Si sono svolti gli scorsi 22 e 23 aprile i percorsi di capacity building della provincia di Foggia realizzati dalla Regione Puglia – Sezione Sicurezza Cittadino, Politiche per le Migrazioni ed Antimafia Sociale della Presidenza della Giunta regionale in tema di politiche migratorie.

I tavoli, che mirano a valorizzare l’esperienza partecipata dei MiCS – Migrazione Condivisa e Sostenibile – già avviata nella precedente programmazione, rientrano nel progetto Com.In.4.0 – finanziato dal Fondo FAMI (Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020) – che vede la Regione Puglia Ente Capofila.

Gli stakeholder regionali, ovvero cittadini partecipanti ai tavoli in rappresentanza di Associazioni, Enti del Terzo settore, organizzazioni sindacali ed enti pubblici (Asl e Comuni) che operano nell’ambito delle Migrazioni, sono coinvolti in un percorso di progettazione partecipata finalizzato alla stesura di una bozza programmatica da presentare in Regione per la futura elaborazione del nuovo Piano triennale per l’immigrazione.

Le due giornate sono state dedicate rispettivamente ai temi Salute e Integrazione e Abitare e Lavoro.

Relatori e facilitatori esperti e stakeholder qualificati e competenti hanno alimentato un dibattito vivace e costruttivo, accrescendo il valore dei messaggi da portare a casa.

In particolare, si è parlato di attenzione alle politiche interculturali come strumento di interazione, dialogo e sviluppo strategico delle comunità e dei territori, di trasversalità delle problematiche abitative tra stranieri e autoctoni e della conseguente convergenza di bisogni plurimi di cittadinanza per le persone a rischio di marginalità e povertà e dell’importanza di “essere sul campo” per meglio comprendere e programmare gli interventi. Auspicio fondamentale, per tutti i coinvolti nelle discussioni, è certamente il lavoro sinergico e coordinato tra operatori e istituzioni, ma anche il non considerare integrazione, lavoro, salute e abitare quattro macro argomenti separati e indipendenti, ma piuttosto osservarli come i punti da unire per poter disegnare un futuro migliore per i migranti.

Gli incontri sono stati gestiti in modalità online in ottemperanza alle attuali restrizioni previste dall’emergenza sanitaria e hanno visto il coinvolgimento attivo di più di 80 partecipanti.   

Al seguente link è possibile consultare e scaricare il calendario completo degli incontri. Per maggiori informazioni scrivere a politiche.migratorie@regione.puglia.it.